Camminare lungo i sentieri che partono da Balme per ritrovare elementi naturali offuscati dalla città: roccia, piccole cascate ghiacciate, il torrente gelato, alberi che resistono alle rigidità invernali, il ghiaccio sul terreno che ti obbliga a prestare attenzione ai passi. Tutt’attorno vette montane, piccole abitazioni in pietra e sassi semi abbandonate. Poi, un rifugio che sa accogliere i camminatori e i loro cani che li sopravanzano in avanscoperta, scodinzolanti.
I paesini delle Valli di Lanzo sono tra i molti centri montani colpiti dallo spopolamento, ma è proprio da queste montagne marginali che si scorgono già oggi vie nuove.

 

COMMENTA QUESTO POST